Ernesto De Martino, La fine del mondo. Contributo all’analisi delle apocalissi culturali

Copertina del libro La fine del mondo di Ernesto De Martino

Nuova edizione

***

L’edizione definitiva della summa del vario e articolato pensiero di De Martino sulla filosofia della storia, sulle espressioni culturali della vita religiosa, sul ruolo e la funzione delle discipline psichiatriche ed etno-antropologiche.

Il terzo numero di nostos

Il terzo numero di nostos. Laboratorio di ricerca storica e antropologica è da oggi online. Il numero monografico è dedicato agli interventi al convegno Clara Gallini: il metodo e i campi di ricerca che si è tenuto presso il Dipartimento CORIS dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza, a un anno di distanza dalla scomparsa di Clara, nel gennaio 2018.

Di seguito l’indice del numero:

nostos n° 3 – dicembre 2018

Nota redazionale

laboratorio

Adelina Talamonti, Clara Gallini: un’intellettuale resistente
Pietro Clemente, L’antropologa variopinta. Storie, luoghi, pensieri
Fabio Dei, Naturalismo e storicismo nella demologia. Clara Gallini e il paradigma magico
Francesco Faeta, L’antropologia visuale e l’etnografia visiva. Ripensando Clara Gallini (ed Ernesto de Martino)
Giordana Charuty, Penser ensemble, de près et de loin
Pietro Angelini, Il breve e lungo rapporto con de Martino
Annamaria Rivera, Clara Gallini, antropologa anche di se stessa
Vincenzo Padiglione, Clara Gallini. Un’etnologa del contemporaneo

riletture

Clara Gallini, Un filone specifico di studi nell’antropologia culturale italiana

ricerche

Andreas Iacarella, Lo psichiatra e il metallizzatore: genio e follia nel secolo delle meraviglie

à propos

Dorothy Zinn, Commento a G. Pizza, “Ernesto de Martino fuori di sé”
Marcello Massenzio – Gino Satta, Una nota su “L’etnologo e il popolo di questo mondo”



l’accesso è libero: si può leggere o scaricare dal sito della rivista

http://rivista.ernestodemartino.it

Su Ernesto de Martino

Il numero 1 del 2017 di Palaver, rivista pubblicata dalla Università del Salento, contiene due interessanti saggi su Ernesto de Martino:

Francesco Marano, Neorealismo, Ernesto de Martino, Arturo Zavattini

Enzo Vinicio Alliegro, I documenti d’archivio nella storiografia antropologica: problemi e prospettive. L’esempio dei materiali inediti di Ernesto de Martino nell’Archivio Centrale dello Stato e nell’Archivio Laterza

 

Il mondo magico

Biennale d’Arte di Venezia 2017 | Padiglione italiano: Il Mondo Magico 

Il mondo Magico, la mostra curata da Cecilia Alemani per padiglione dell’Italia alla 57° biennale d’Arte di Venezia, è formata da tre spazi in successione che ospitano altrettante installazioni di Roberto Cuoghi, Adelita Husni-Bey e Giorgio Andreotta Calò. Tre autori il cui percorso artistico è contrassegnato dalla fiducia nell’immaginazione come possibilità di guardare oltre i fenomeni visibili, rintracciando modi diversi di fare esperienza nella realtà.

http://www.ilmondomagico2017.it/

Il titolo dato alla mostra  è preso a prestito dalla più nota delle opere letterarie dell’antropologo Ernesto de Martino, pubblicato nel 1948, che individuava nei rituali della magia le modalità con cui gli uomini tentano di trovare la propria identità all’interno di contesti storici e sociali incerti.

continua a leggere

Cerimonia di intitolazione a Clara Gallini della Biblioteca Comunale di Crema

Palazzo_Benzoni_-_Crema[1]

Mercoledì 3 maggio 2017, ore 17

Biblioteca Comunale Crema

 

Cerimonia di intitolazione della Biblioteca a Clara Gallini

per ulteriori informazioni:

http://www.culturacrema.it/events/event/intitolazione-biblioteca-a-clara-gallini/

Hommage à Daniel Fabre

L’ultimo numero di Gradhiva, la rivista di antropologia e storia delle arti pubblicata dal Musée du Quai Branly, si apre con un Hommage à Daniel Fabre, firmato da Giordana Charuty, Michèle Coquet e Jean Jamin, il cui testo può essere scaricato attraverso il link sottostante all’immagine.

Il numero ospita anche un articolo di Carlo Ginzburg, Genèses de La Fin du monde d’Ernesto De Martino.

La fin du monde

Ernesto De Martino

La fin du monde

Essai sur les apocalypses culturelles

texte établi et traduit de l’italien
sous la direction de Giordana Charuty, Daniel Fabre et Marcello Massenzio

Ce livre présente les grands thèmes de l’œuvre d’Ernesto De Martino, le fondateur de l’anthropologie italienne, à partir d’une recherche comparative sur les relations entre formes religieuses et sécularisées, soit de l’idée, soit de l’expérience de fin et de régénération du monde. L’ouvrage vient compléter la connaissance de l’anthropologie démartinienne, réduite en France aux études consacrées à la vie religieuse en l’Italie du Sud. En passant d’une langue et d’une discipline à l’autre, cette enquête veut transformer les diagnostics portés au début du xxe siècle sur la « crise » ou le « déclin » de l’Occident, en symptômes pour qualifier la singularité de l’Occident à travers les genèses successives de l’expérience apocalyptique, et ce dans la perspective d’une anthropologie de l’histoire.

Une vision d’ensemble d’une œuvre difficile, partiellement traduite en français

Des archives et photographies inédites

Une redéfinition de l’anthropologie et de ses rapports aux autres sciences sociales

 

Table des matières