Magic. A Theory from the South

 

Distributed for HAU

Translated by Dorothy Louise Zinn
160 pages | 14 halftones | 6 x 9

Though his work was little known outside Italian intellectual circles for most of the twentieth century, anthropologist and historian of religions Ernesto de Martino is now recognized as one of the most original thinkers in the field. This book is testament to de Martino’s innovation and engagement with Hegelian historicism and phenomenology—a work of ethnographic theory way ahead of its time.

This new translation of Sud e Magia, his 1959 study of ceremonial magic and witchcraft in southern Italy, shows how De Martino is not interested in the question of whether magic is rational or irrational but rather in why it came to be perceived as a problem of knowledge in the first place. Setting his exploration within his wider, pathbreaking theorization of ritual, as well as in the context of his politically sensitive analysis of the global south’s historical encounters with Western science, he presents the development of magic and ritual in Enlightenment Naples as a paradigmatic example of the complex dynamics between dominant and subaltern cultures. Far ahead of its time, Magic is still relevant as anthropologists continue to wrestle with modernity’s relationship with magical thinking.

 

http://www.press.uchicago.edu/ucp/books/book/distributed/M/bo20552672.html

La sonnambula meravigliosa

11/04/2014

La sonnambula meravigliosa

Aula Odeion – Facoltà di Lettere e Filosofia, Sapienza Università di Roma

Piazzale Aldo Moro Roma

Orario: 10.30

Presentazione del libro La sonnambula meravigliosa. Magnetismo e ipnotismo nell’Ottocento italiano di Clara Gallini.

Presentano

Marcello Massenzio, Presidente dell’Associazione Internazionale Ernesto de Martino
Pino Schirripa, Sapienza Università di Roma

Introduce

Anna Iuso, Sapienza Università di Roma

 

Sarà presente l’autore

 

http://www.lasinodoroedizioni.it/eventi/122/la-sonnambula-meravigliosa

NUOVA EDIZIONE DI LA TERRA DEL RIMORSO

Ernesto De Martino, La Terra del rimorso
a cura di Clara Gallini

Pubblicato per la prima volta dal Saggiatore nel 1961, torna un grande classico dell´antropologia. Per i 50 anni della casa editrice esce una nuova edizione con allegato un DVD che contiene riprese e musiche di tarantolate dell´epoca.

“Un testo fondamentale della ricerca etnologica italiana, che ha il rigore di un manuale di storia e il fascino di un romanzo.” il Manifesto

 

Ernesto De Martino
La Terra del rimorso

a cura di Clara Gallini

Pubblicato per la prima volta dal Saggiatore nel 1961, torna un grande classico dell´antropologia. Per i 50 anni della casa editrice esce una nuova edizione con allegato un DVD che contiene riprese e musiche di tarantolate dell´epoca.

“Un testo fondamentale della ricerca etnologica italiana, che ha il rigore di un manuale di storia e il fascino di un romanzo.” il Manifesto

Salento, terra del rimorso, “terra del cattivo passato che torna e opprime col suo rigurgito”. In questa regione, nel 1959, un´equipe guidata da Ernesto de Martino condusse una ricerca etnografica per studiare il tarantismo, antica religione contadina caratterizzata dal simbolismo della taranta – il ragno che morde e avvelena – e dalla potenza estatica e terapeutica della musica e della danza.
Con un´impostazione del tutto inedita rispetto a quella di tanta letteratura meridionalista di stampo folkloristico, De Martino dimostra come le pratiche rituali abbiano la funzione di scongiurare le ansie di un´esistenza precaria, segnata dalla povertà e dall´emarginazione.
La terra del rimorso è uno studio etnografico poderoso, un´opera politica e letteraria, un classico imprescindibile che fornisce un´interpretazione del fenomeno delle tarantolate dal punto di vista storico, culturale e religioso.

Ernesto De Martino (Napoli 1908 – Roma 1965) è stato il più grande etnologo italiano. Esordì con Naturalismo e storicismo nell´etnologia (1941), cui seguì il mondo magico (1948). Le sue ricerche sul campo e il suo interesse per la cultura popolare si tradussero in numerose opere, fra cui: Morte e pianto rituale nel mondo antico (1958), Sud e magia (1959), Furore, simbolo, valore (1962).

Collana La Cultura
€ 25,00 / pp. 384 + DVD
novembre 2008
ISBN 978-88-428-1522-8

La fine del mondo

Presentazione del volume di Ernesto de Martino
La fine del mondo. Contributo all’analisi delle apocalissi culturali. Einaudi, 2002

Fondazione Istituto Gramsci
Associazione Internazionale Ernesto De Martino
Giulio Einaudi Editore

Pietro Angelini, Daniel Fabre, Francesca Izzo, Michele Ranchetti
ne discutono con Clara Gallini e Marcello Massenzio

coordina Giuseppe Vacca

Roma, Palazzo Mattei di Paganica * Sala Igea * Piazza della Enciclopedia Italiana, 4
venerdì 13 dicembre 2002 ore 16,30

 

Morte e pianto rituale

Tavola rotonda

in occasione della presentazione del volume di Ernesto de Martino

Morte e pianto rituale. Dal lamento funebre antico al pianto di Maria

Relatori: G. Adamo, S. Argentieri, G. Charuty, S. Boesch, C. Gallini, F. Giannattasio

Proiezione di Lamento funebre, regia di M. Gandini (b.n. 3′, Pisticci 1954).
Ascolto registrazioni sonore (Lucania 1952-1956)

9 giugno – Roma, Auditorium della Discoteca di Stato

Il miracolo e la sua prova

Presentazione del volume di Clara Gallini

Il miracolo e la sua prova. Un etnologo a Lourdes

nell’ambito del seminario su “Il miracolo” coordinato da S. Boesch
21 gennaio – Roma, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Roma Tre

Presenza, memoria, oblio

Presentazione del volume Ernesto de Martino nella cultura europea

(a cura di C. Gallini e M. Massenzio)

Relatori: G. Angioni, S. Portelli, G. Sasso, C. Severi, A. Finazzi-Agrò, F. Salvatori

12 maggio – Roma, Palazzetto Mattei in Villa Celimontana